Archivi tag: dante alighieri

L’AMOR CHE MOVE IL SOLE E L’ALTRE STELLE, STORIA DI UN NUOVO SUCCESSO A FONDI

E i fratelli Latilla apparvero a Fondi
Spettrale e magnifica, evocativa e suggestiva. Una lectura dantis straordinaria tra la preghiera laica e il teatro dei miti. In cui i fratelli Latilla portano in scena nuovamente Dante con il loro ultimo “L’amor che move il sole l’altre stelle”. Un evento teatrale svoltosi nello scenario prestigioso dell’auditorium Sergio Preti nella loro Fondi il 15 dicembre alle ore 20:30. Compiendo quel percorso di valorizzazione ed interpretazione artistica del sommo poeta che riesce a raccontarlo tramite una recitazione soprannaturale, misteriosa e sciamanica. Uno spettacolo che fa suscitare nello spettatore l’estasi del numinoso, ovvero una nostalgia e immersione totale nelle parole immortali della Divina commedia, trasformando le vicende di Ulisse, Virgilio e del Dante Pellegrino non soltanto una re-citazione sterile, che cerca di divulgare o citare pezzi dell’opera dantesca, ma che invece riesce ad evocarlo, a fare di ogni canto una apparizione, una caduta, un’epifania. Riuscendo a mostrare attraverso le letture e i commenti di Francesco Latilla a continuare quel modo di confrontarsi con i classici che non cerca di attualizzarli e quindi banalizzarli, come fanno molti sedicenti curatori, ma che li assalta, li sfida, trascinandoli fuori dall’oblio del tempo, dalle sofisticazioni della critica, facendo tremare e inquietare lo spettatore, che assiste ad una possessione artistica. Ad una apparizione attoriale, degna dei maestri dei fratelli Latilla, da Bene a Capolicchio. Continuando il loro percorso sulle orme di Dante Alighieri che già li ha portati a grandi trionfi, uno dei quali il premio a Francesco come miglior interprete al Festival Dantesco a Roma. “Il fine dello spettacolo” commentano i fratelli : “è quello di rievocare il fantasmagorico universo dantesco, il cui viaggio conduce lo spettatore in un’altra dimensione, verso la luce o addirittura alle stelle.” Inoltre la lettura si avvale di importantissimi brani d’opera dei prestigiosi compositori che hanno segnato la storia della musica, facendo immergere il pubblico tra i tre mondi dell’oltretomba, partendo dall’Inferno per giungere in Paradiso, dove è possibile sostare all’ombra di Dio e passando quindi per una carovana tempestosa fatta di santi, diavoli, eroi, angeli. Una opera lirica in prosa tra i requiem antartici del canto di Ulisse, alle overture sacrali del purgatorio, fino alle elevazioni degli inni sacri a cospetto dell’empireo. L’evento, contenuto nel programma natalizio del comune di “Fondi Restart Christmas Edition”, è organizzato da La Cinearte Produzioni in collaborazione con l’associazione Xenia. A cui ha seguito una degustazione dantesca il cui vino è stato offerto dall’ Azienda agricola D’Ausilio. Il coordinamento dell’evento è stato curato da Michela di Meola. In “L’amor che move il sole l’altre stelle” i fratelli Latilla hanno eseguito un recital apocrifo ed espressionista tra i quattro modi di morire in versi di Carmelo Bene e le suggestioni che hanno animato il crepuscolo degli dei. Mostrando un modo di rinascere in versi, l’aurora del divino.

“L’amor che move il sole e l’altre stelle”: una nuova lectura Dantis in scena a Fondi


Tommaso Alessandro De Filippo
12/12/2021 – Il Primato Nazionale


Roma, 12 dic – Mercoledì 15 dicembre, alle 20.30, si terrà uno spettacolo incentrato sulla figura di Dante Alighieri nella città di Fondi, con ingresso gratuito. La lectura Dantis, intitolata “L’amor che move il sole e l’altre stelle”, vedrà in scena i fratelli Gianmarco e Francesco Latilla all’auditorium Sergio Preti. L’evento sarà parte integrante del pregevole Festival del Lazio. Entrambi non sono nuovi a celebrazioni riguardanti il sommo poeta, già protagonista di eventi passati che hanno riscontrato meritevole successo locale.

La lectura Dantis per celebrare l’amore

Il nuovo spettacolo sembra trasmettere un significato ancor più empatico ed apprezzabile, capace di valorizzare un personaggio storico in chiave fortemente attuale. La vicinanza del poeta all’amore è l’essenza della ricerca di gioia e speranza, che si specchia nella profonda semplicità sentimentale. Quel che per Dante rappresentava Beatrice non è catalogabile in alcun vissuto della nostra modernità, dato l’aggiornarsi della storia che impedisce paragoni realistici con i secoli passati. Tuttavia, è possibile tentare di percepire il senso della ricerca. Quella che porta Dante a vagare nelle più complesse avversità, siano esse romanzate nella Divina Commedia o vissute realmente, come il suo esilio da Firenze ci ricorda.

In una società dove l’individuo compie il suo tragitto attraverso difficoltà, come il periodo pandemico ha insegnato, quella speranza dantesca può fungergli da faro illuminante del destino. Trasmetterla attraverso l’arte e la narrativa, per chi ne ha le capacità, è un privilegio da porre alla portata di tutto il resto del popolo. Pertanto, raccontare l’amore di Dante Alighieri significa rievocarne il mito e nutrire ogni spettatore di speranza nel futuro, anche quando esso appare maggiormente incerto. Anche in ragione di ciò, poter assistere a spettacoli come la lectura Dantis in scena mercoledì a Fondi rappresenta opportunità importante. La ripresa post emergenziale non può che passare anche attraverso l’arte e la cultura della nostra nazione, falcidiata troppo spesso dal nichilismo.

Tommaso Alessandro De Filippo

L’AMOR CHE MOVE IL SOLE E L’ALTRE STELLE: I FRATELLI LATILLA TORNANO IN SCENA A FONDI

I fratelli Francesco e Gianmarco Latilla tornano nuovamente in scena con una Lectura Dantis intitolata “L’amor che move il sole e l’altre stelle”, evento teatrale che avrà come scenario il prestigioso Auditorium Sergio Preti in quel di Fondi il 15 dicembre alle ore 20:30. Continua così il loro percorso sulle orme di Dante Alighieri che già li ha portati a grandi trionfi, uno dei quali il premio a Francesco come miglior interprete al Festival Dantesco a Roma. “Il fine dello spettacolo” commentano i fratelli : “è quello di rievocare il fantasmagorico universo dantesco,  il cui viaggio conduce lo spettatore in un’altra dimensione, verso la luce o addirittura alle stelle.” Inoltre la lettura si avvale di importantissimi brani d’opera dei prestigiosi compositori che hanno segnato la storia della musica, facendo immergere il pubblico tra i tre mondi dell’oltretomba, partendo dall’Inferno per giungere in Paradiso, dove è possibile sostare all’ombra di Dio e passando quindi per una carovana tempestosa fatta di santi, diavoli, eroi, angeli.  L’evento, contenuto nel programma natalizio del Comune di “Fondi Restart Christmas Edition”, è organizzato da La Cinearte Produzioni in collaborazione con l’associazione culturale Xenia. A seguire ci sarà una degustazione dantesca il cui vino è offerto dall’ Azienda agricola D’Ausilio. Il coordinamento dell’evento è a cura di Michela di Meola.

Per info e prenotazioni contattare il numero 3290723152.

L’ingresso è libero.