Il presidenzialismo può essere la cura alla crisi della repubblica parlamentare?

Ripreso da “Il Primato Nazionale”



Il tema della repubblica parlamentare “contrapposta” al presidenzialismo occupa ormai da decenni l’agorà politica. Tra strenui elogiatori dell’elezione del Capo dello Stato tramite parlamento e figure invece critiche verso questa modalità.

Una presidenza non imparziale

Emblematiche le accuse mosse al primo sistema da parte di uno statista come Bettino Craxi. Il leader socialista in tempi non sospetti ebbe il merito di prevedere situazioni di stallo ed imparzialità politica, derivanti da una figura badante principalmente degli interessi della maggioranza sua elettrice.

Le perplessità sulle modalità di scelta dell’inquilino del Quirinale superano le connotazioni politiche. L’importanza e la centralità della scelta popolare, in assenza di presidenzialismo, rischia di essere però offuscata tramite manovre di palazzo, dato che maggioranze parlamentari non più indicative della volontà popolare possono scegliere il nuovo titolare del Colle.

Tale eventualità sta verificandosi attualmente in Italia. Il governo in carica ha basato la propria nascita ed il proseguire della sua esistenza sullo scopo di eleggere il nuovo Capo dello Stato. La primavera del 2022 non è certo lontana e l’eventualità che sia eletto qualcuno che non rappresenti la volontà popolare è consistente.

Il presidenzialismo è la soluzione?

In altre nazioni con regimi monarchici o con sistemi improntati a diverse forme di presidenzialimo, il Re o il Capo dello Stato fungono da arbitri imparziali, impedendo che il percorso politico sia ostacolato da interessi lontani da quelli della cittadinanza.

Il presidenzialismo – l’elezione cioè diretta del Presidente della Repubblica – è l’eventualità proposta dall’attuale centrodestra italiano, che potrebbe in un futuro governativo diventare artefice di una rivoluzione a tal proposito.

Al di là delle legittime e variegate visioni in merito appare certo che in Italia la volontà popolare non sia sempre garantita. Ciò basta per ritenere che sia necessario ripensare determinati sistemi politici, fossero anche storici ed assodati.

Tommaso Alessandro De Filippo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...