Intervista a Pietrangelo Buttafuoco

PIETRANGELO BUTTAFUOCO: “CON LA PANDEMIA NESSUNO SPIRITO CRITICO DA PARTE DELLA CLASSE GIORNALISTICA ITALIANA

Abbiamo intervistato Pietrangelo Buttafuoco, intellettuale e scrittore, punto di riferimento culturale per chiunque si riconosca nella difesa e nel racconto delle tradizioni territoriali e storiche italiane. Pertanto, le sue considerazioni rappresentano per noi una chiave di lettura formativa e di notevole importanza valoriale.

Prof. Buttafuoco, può esprimerci una sua considerazione sul lavoro svolto dalla classe giornalistica italiana nel corso dell’emergenza pandemica?

Più che una valutazione la mia è una vera e propria constatazione. Soprattutto nelle emergenze è necessario un minimo di spirito critico, che è stato con la pandemia completamente schiacciato ed ammorbato dalla classe giornalistica. L’emergenza viene affrontata solitamente con la logistica e non con la burocrazia. Tuttavia, l’informazione nostrana si è ampiamente adeguata all’incubo burocratico utilizzato in Italia.

Crede quindi che l’estensione del Green Pass e l’eventuale introduzione dell’obbligo vaccinale non potranno rivelarsi soluzioni efficaci, al fine di contrastare la pandemia?

Magari funzionasse il Green Pass. Esso dovrebbe essere il momento finale di una certificazione, ed è stato invece retrocesso al rango intermedio che deve necessariamente essere confermato di volta in volta. Sia attraverso un tampone o comunque autocertificazione.

Di che misure sociali ed economiche avrebbe bisogno l’Italia per ripartire?

Siamo nella fase finale dell’emergenza ma è ancora necessaria la logistica, quella con cui siamo riusciti in passato a superare tragedie naturali come alluvioni e sisma.

In che modo auspica il futuro dell’informazione nostrana?

Sono abbastanza rassegnato alla situazione attuale della nostra informazione, pertanto non auspico nulla. Anche perché il giornalismo è parte integrante di un meccanismo che fa riferimento ad un tipo di sistema, ad uno status quo.

In chiusura, quali sono i suoi prossimi progetti lavorativi?

Non essendo più giornalista mi occupo solamente di quello che è il mio lavoro, che spazia dalla letteratura al mondo del teatro e su cui sono concentrato per il futuro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...