Intervista DANIELE CAPEZZONE

DANIELE CAPEZZONE: “PARTITO UNICO DEL CENTRODESTRA SAREBBE SOLUZIONE CORAGGIOSA ED INTELLIGENTE, ELETTORI PIÙ UNITI DI QUANTO SI PENSI. SERVE UN NETTO TAGLIO DELLE TASSE E MENO INTERVENTO STATALE”.

Abbiamo intervistato Daniele Capezzone, commentatore ed opinionista televisivo, oltre che firma del quotidiano La Verità, per cui cura la rassegna stampa “La Verità alle sette” e di Atlantico Quotidiano. La sua competenza e le sue analisi in campo comunicativo, economico e politico sono per noi fonte di grande spunto e valore, ancor più in un momento storico dove da statalismo e pensiero unico pare non esserci alcuna via di fuga. Infatti, siamo certi che la vera rinascita nazionale possa avvenire soltanto se basata sulle libertà individuali ed economiche.

Da giornalista, come valuta il lavoro svolto dalla sua categoria nel corso dell’emergenza pandemica?

Sono solo un commentatore, da liberale non sono iscritto all’ordine, né mi permetto di dare pagelle. Certo, con rare e meritorie eccezioni, mi pare che l’informazione italiana abbia purtroppo diffuso più paura che consapevolezza. Peggio: che anziché aiutare i cittadini a scrutinare l’azione dei governi, abbia aiutato i governi a colpevolizzare i cittadini…

Può esprimerci una sua considerazione sulla crisi in Afghanistan?

Gestione catastrofica da parte di Joe Biden. Non voglio discutere del ritiro in sé (tema che ci porterebbe lontano), ma delle modalità con cui è stato eseguito, e che lo hanno trasformato in un’umiliazione che (temo) incoraggerà i nemici dell’Occidente in diversi teatri di crisi. 

Di che misure sociali ed economiche avrebbe bisogno l’Italia?

Di un potente taglio di tasse, tema inspiegabilmente uscito dall’agenda politica. 

Ritiene possibile la creazione di un partito unico del centrodestra in futuro? Magari sulla scia del GOP negli USA..

Sarebbe una soluzione coraggiosa e intelligente, per quanto ad oggi ardua e politicamente improbabile. Gli elettori di centrodestra sono più uniti di quanto alcuni politici pensino. 

Il suo testo “Likecrazia” contiene numerosi consigli per arrivare ad una buona comunicazione mediatica e politica. Come valuta, sotto tale aspetto, l’attuale scenario partitico nazionale?

C’è tanto rumore, molta conflittualità di giornata, poca sostanza. E temo che i partiti sottovalutino il rischio di essere percepiti dagli elettori come luoghi di chiacchiera e di casino, anziché di costruzione di soluzioni intelligenti. 

Estensione del Green Pass ed eventuale obbligo vaccinale rischiano di lasciare il segno, quanto a prevaricazioni dello Stato sull’individuo?

Mi pare purtroppo evidente. Quando si entra in modo così penetrante nella sfera della libertà personale, poi il Leviatano difficilmente si ferma o torna indietro. 

Come superare le visioni della parte di agorà pubblica che è ancora restia ai principi di libertà economica ed individuale?

Molti sono affezionati, anche in economia, a un debordante interventismo pubblico. Occorre spiegare che alla lunga non conviene, e che anzi è in genere foriero di tasse alte, cioè di spoliazione di famiglie e imprese

In chiusura, quali sono i suoi progetti per il futuro?

Tentare, come faccio, di contribuire a seminare idee liberali. Lo faccio sulla Verità e su Atlantico (diretto da Federico Punzi), lo faccio in tv, e da qualche mese tento di farlo anche sul piano economico e fiscale attraverso le iniziative del centro studi Mercatus.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...